was successfully added to your cart.

Carrello

Category

Istituzionali

Meridiana: nuova holding, Qatar avrà 49%

By | Istituzionali, News | No Comments

Per portare Meridiana verso Qatar Airways si parte da 900 esuberi ma i margini per ridurli sono subordinati alla realizzazione della partnership. E’ quanto si apprende da fonti presenti al tavolo che si è svolto questa mattina al Ministero dello sviluppo. I nodi da sciogliere, prima di poter arrivare ad un accordo preliminare con Qatar Airways, è stato spiegato, sono l’adeguamento degli organici e il contratto di lavoro. Gli strumenti e le opportunità legate all’accordo, secondo quanto riferito, sarebbero: l’utilizzo part time verticale, la mobilità volontaria, la disponibilità di Qatar Airways ad assumere tecnici e personale navigante, il potenziamento dell’attività Cargo. In merito è stato aperto un dibattito proprio per trovare le modalità più efficaci nell’agevolare il ricollocamento del personale in esubero ed anche per il sostegno in fase di uscita dal perimetro aziendale.

Meridiana: Rigotti, nuova holding, Qatar avrà 49% – La partnership tra Meridiana e Qatar Airways prevede “la creazione di una nuova holding, nella quale Qatar Airways entra con un aumento di capitale per arrivare al 49% del capitale, mentre il fondo Akfed (dell’Aga Kahn, ndr) mantiene il controllo con il 51%”. Lo ha spiegato il presidente di Meridiana, Marco Rigotti, uscendo dall’incontro al Ministero dello Sviluppo, precisando che si tratta di “un apporto finanziario con cui Qatar diventerebbe azionista e Alisarda. Questo è un punto granitico dell’intesa”. Per l’accordo con i sindacati sul piano per arrivare alla partnership con Qatar Airways, l’obiettivo è “entro marzo”. Lo ha indicato il presidente di Meridiana, Marco Rigotti, uscendo dall’incontro al Ministero dello Sviluppo, sottolineando che i tempi sono “più veloci” rispetto alle due prossime scadenze di aprile e giugno quando termina la cassa integrazione. “E’ una grande opportunità, dobbiamo ringraziare il governo” ha aggiunto Rigotti, ricordando che dietro c’è “tanto lavoro: speriamo di non perderla, l’opportunità di coglierla sta anche ai sindacati”.

Fonte: Ansa.it