was successfully added to your cart.

Carrello

Monthly Archives

Febbraio 2016

Yahoo! avvia contatti con potenziali acquirenti

By | News | No Comments

Yahoo! scalda i motori per la vendita delle sue attività core. La societa’ guidata da Marissa Mayer assume advisor finanziari e avvia i contatti con potenziali acquirenti. Il processo – secondo indiscrezioni – non si tradurra’ in offerte concrete prima di un mese. Fra i papabili in lista per le attivita’ di Yahoo! ci sono colossi delle telecomunicazioni come Verizon, Comcast e At&t, ma anche societa’ di private equity incluse Bain Capital Partners, KKR e Tpg. In totale sarebbero 20 le societa’ che avrebbero espresso interesse per Yahoo!.

Fonte: Ansa.it

Commercialisti, presto comunità ‘in rete’

By | News | No Comments

(ANSA) – ROMA, 19 FEB – Trentotto operatori economici, di cui cinque leader mondiali, hanno “manifestato interesse a partecipare alla procedura di dialogo competitivo che il Consiglio nazionale dei Commercialisti bandirà” per la realizzazione del progetto ‘Rete del Valore – studi professionali’, iniziativa pensata per “mettere in collegamento gli studi professionali della categoria, mediante la realizzazione di una rete, attraverso il modello ‘hub and spoke’, per promuoverne la crescita dimensionale, rafforzando le attività tradizionali ed ampliando i servizi offerti alla clientela”. Ne dà notizia lo stesso Ordine presieduto da Gerardo Longobardi.

Fonte: Ansa.it

Borsa. Piazza Affari in caduta con banche. Corre Mediaset su ipotesi dell’offerta Vivendi

By | News | No Comments

Brusca caduta per l’indice della Borsa di Milano (Ftse Mib -2%) insieme alle banche colpite da un’improvvisa ondata di vendite. Banco Popolare cede il 4,2%, Intesa Sanpaolo il 3,3%, Unicredit il 2,9 per cento. Non viene risparmiata Bpm (-2,8%) ne Mps (-1,55%). Anche Telecom ritraccia (-2,3%) e solo Mediaset resta in deciso rialzo (+3,7%).

Vivendi sarebbe pronta a fare un’offerta per Mediaset Premium e il titolo del Biscione vola in Piazza Affari. Secondo il Sole 24 Ore il negoziato sarebbe in fase avanzata ma Mediaset “non conferma trattative nè alcun fatto nuovo al di là degli ottimi rapporti con Vivendi e gli abituali contatti” scrive il quotidiano.
Ieri, presentando i conti 2015 l’ad Arnaud de Puyfontaine ha sottolineato che la presenza nel capitale di Telecom Italia per Vivendi rappresenta un modo per essere un attore nel mercato italiano ed eventualmente “prendere parte a ogni possibile consolidamento del settore dei media”. La partecipazione offre inoltre un’opportunità sulla distribuzione dei contenuti, cosa su cui le due società stanno lavorando e “ve ne daremo prova presto”.

Asia chiude in calo ma ottava migliore in 2016  – Chiudono in calo i listini in Asia ma resta la loro migliore settimana quest’anno. Gli ordini in vendita si sono concentrati sui titoli della finanza e dell’energia sulla scia del calo del greggio negli Usa sotto i 31 dollari a barile. I gestori osservano una minor turbolenza ma gli investitori restano cauti in attesa di notizie sulle prospettive economiche della Cina e la sovrabbondanza globale di petrolio. E’ presto, commentano, per vedere un’inversione di tendenza nel 2016 potrebbe trattarsi solo di un rimbalzo. L’indice MSCI Asia Pacific ha ceduto oggi l’1% (il bilancio settimanale vede un rialzo del 5,4% la miglior performance da ottobre). Tokyo ha perso l’1,42% scontando il rafforzamento dello yen. Hong Kong ha chiuso in calo dello 0,53%, Shanghai dello 0,10% mentre Shenzen ha guadagnato lo 0,49 per cento.

Fonte: Ansa.it

Meridiana: nuova holding, Qatar avrà 49%

By | Istituzionali, News | No Comments

Per portare Meridiana verso Qatar Airways si parte da 900 esuberi ma i margini per ridurli sono subordinati alla realizzazione della partnership. E’ quanto si apprende da fonti presenti al tavolo che si è svolto questa mattina al Ministero dello sviluppo. I nodi da sciogliere, prima di poter arrivare ad un accordo preliminare con Qatar Airways, è stato spiegato, sono l’adeguamento degli organici e il contratto di lavoro. Gli strumenti e le opportunità legate all’accordo, secondo quanto riferito, sarebbero: l’utilizzo part time verticale, la mobilità volontaria, la disponibilità di Qatar Airways ad assumere tecnici e personale navigante, il potenziamento dell’attività Cargo. In merito è stato aperto un dibattito proprio per trovare le modalità più efficaci nell’agevolare il ricollocamento del personale in esubero ed anche per il sostegno in fase di uscita dal perimetro aziendale.

Meridiana: Rigotti, nuova holding, Qatar avrà 49% – La partnership tra Meridiana e Qatar Airways prevede “la creazione di una nuova holding, nella quale Qatar Airways entra con un aumento di capitale per arrivare al 49% del capitale, mentre il fondo Akfed (dell’Aga Kahn, ndr) mantiene il controllo con il 51%”. Lo ha spiegato il presidente di Meridiana, Marco Rigotti, uscendo dall’incontro al Ministero dello Sviluppo, precisando che si tratta di “un apporto finanziario con cui Qatar diventerebbe azionista e Alisarda. Questo è un punto granitico dell’intesa”. Per l’accordo con i sindacati sul piano per arrivare alla partnership con Qatar Airways, l’obiettivo è “entro marzo”. Lo ha indicato il presidente di Meridiana, Marco Rigotti, uscendo dall’incontro al Ministero dello Sviluppo, sottolineando che i tempi sono “più veloci” rispetto alle due prossime scadenze di aprile e giugno quando termina la cassa integrazione. “E’ una grande opportunità, dobbiamo ringraziare il governo” ha aggiunto Rigotti, ricordando che dietro c’è “tanto lavoro: speriamo di non perderla, l’opportunità di coglierla sta anche ai sindacati”.

Fonte: Ansa.it

La Ue lima la stima di crescita dell’Italia, previsto più deficit

By | News | No Comments

MILANO – La Ue rivede leggermente al ribasso la previsione di crescita dell’Italia per l’anno in corso, mentre sale quella sul disavanzo del bilancio pubblico. Previsioni aggiornate dalla Commissione nel mezzo del braccio di ferro tra Bruxelles e Roma sulla richiesta di flessibilità da parte del governo italiano, sulla quale le risposte arriveranno a maggio. Per il Commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici, il tema va affrontato con “un pò di serenità, di lavoro e di pazienza. Sono persuaso che lo spirito di dialogo e compromesso debba sempre prevalere sullo scontro”.

I numeri dell’Italia. Nell’aggiornamento invernale delle stime della Commissione, Bruxelles prevede che il Pil tricolore si sia espanso dello 0,8% nel 2015, farà +1,4% quest’anno e quindi +1,3% nel 2017. A novembre, stimava per ogni anno uno 0,1% in più. “Dopo essere cresciuta moderatamente nel 2015, l’economia italiana guadagna slancio nel 2016 e 2017 col rafforzarsi della domanda interna”, scrive Bruxelles, secondo cui “la caduta dei prezzi del petrolio e una posizione di bilancio espansiva sosterranno la domanda e compenseranno il rallentamento degli export” registrato nella seconda metà del 2015.

Fonte: repubblica.it